Idee matrimonio

Giarrettiera blu da sposa: tra leggende e moda

Una tradizione che resiste al trascorrere del tempo

Le coppie che scelgono di sposarsi, nei mesi precedenti il matrimonio sono impegnate ad organizzare nel migliore dei modi ogni aspetto legato a tale momento. Solo curando i dettagli, quello destinato ad essere il giorno più bello della vita potrà essere esattamente come immaginato nei propri sogni. In

giarrettiera matrimonio

Idee giarrettiera blu

questo ambito, un ruolo importante è rivestito dalla tradizioni, seguite con un pizzico di superstizione per assicurare al matrimonio stesso un futuro lungo e felice.
Nel nostro Paese sono tante le usanze, da Nord a Sud, legate al giorno delle nozze, molte delle quali associate alla figura della sposa. Dal giorno scelto agli accessori indossati, fino al lancio del bouquet, molte “regole” non scritte, nate addirittura secoli fa, vengono seguite ancora oggi.
Anche la scelta di indossare la giarrettiera sotto al vestito, divenuta ormai una moda, è legata alla tradizione. Solitamente, viene indossata una giarrettiera blu, colore scelto non a caso; si ritiene, infatti, che avere almeno un capo di abbigliamento blu nel giorno del proprio matrimonio, possa portare fortuna agli sposi.

Le prime notizie in merito all’utilizzo della giarrettiera nel giorno delle nozze risalgono al XIV secolo. Si riteneva, infatti, che gli invitati che riuscivano ad ottenere un pezzo del vestito da sposa, potessero godere di una maggiore fortuna. Per evitare di rovinare il vestito stesso si ripiegò sulla giarrettiera. Successivamente, attorno al XVII secolo, i celibi che si recavano come ospiti ai matrimoni, oltre ad impossessarsi della giarrettiera dovevano fissarla al cappello, come gesto portafortuna.
Se, per il galateo, il lancio della giarrettiera non è assolutamente ammesso, sono molti coloro che considerano questo gesto come un buon auspicio; infatti, leggenda vuole che chi riesca a prendere la giarrettiera dopo il lancio, si sposi entro l’anno.

A partire dallo scorso secolo, è lo sposo a sfilare la giarrettiera, lanciandola poi tra gli ospiti; in questo modo, tale tradizione si è avvicinata molto a quella del lancio del bouquet. L’operazione può essere condotta in due modi diversi. Una sposa timida e riservata, indosserà la giarrettiera ponendola poco giarrettiera colore blu sposasopra al ginocchio, per non mostrare eccessivamente le proprie gambe agli invitati. Una sposa più disposta al gioco, invece, può scegliere di sollevare la gonna, per attirare ancora di più l’attenzione dei presenti a questo momento particolare della giornata.
La giarrettiera può entrare in gioco anche dopo il lancio del bouquet stesso; la donna che è riuscita a conquistare quest’ultimo, infatti, dovrebbe ballare assieme all’uomo che ha afferrato la giarrettiera.

Nel caso in cui la sposa non abbia acconsentito ad indossare la giarrettiera, al suo posto viene lanciata la scarpa destra; in questo caso è lei stessa (oppure una damigella o un testimone) a sfilarla. Un’altra tradizione legata alla giarrettiera prevede che quest’ultima sia tagliata dal marito della sposa, per poi donare i pezzi ottenuti agli invitati. In alcune parti d’Italia, questo gesto è stato sostituito dal taglio della cravatta dello sposo. In entrambi i casi, chi riesce ad impadronirsi di una parte di tali accessori è invitato (senza farlo esplicitamente) a donare una piccola somma di denaro in cambio.