Idee matrimonio

Giornata mondiale del bacio: il 6 Luglio è il world kiss day

Scriveva Edmond Rostand “Et qu’est-ce qu’un baiser? Une apostrophe rose entre les mots je t’aime” ignorando, forse, che baciare implica lo sforzo di 112 muscoli posturali e di ben 35 facciali.
Il 6 luglio si celebra in tutto il pianeta, la giornata del bacio. Quel preciso giorno, innamorati e non, si cimenteranno nell’esercizio più dolce che c’è: baciare.
Ma è sempre così romantico questo gesto? Eppure sono celebri gli ipocriti baci traditori (Giuda dixit!), così come i finti baci che si danno e ricevono tra coppie che hanno esaurito la loro relazione ma che devono mantenere inalterata l’immagine di fronte ad altre persone.
Bacio passionale, bacio fraterno, bacio sulla guancia, bacio alla francese, bacio a stampo…ma quanti modi ci sono per baciare? E, poi, perché ci si bacia?

Il bacio come simbolo

Baciarsi è un atto innato negli uomini e, secondo la scrittrice Sheril Kirshenbaum, è un gesto che nasce sin dal rapporto materno dove un neonato bacia il seno della mamma per alimentarsi.
Il sociobiologo Desmond Morris, autore de “L’uomo e i suoi gesti” scrive che baciarsi e sentire la lingua del partner aumenta la reciproca fiducia perché inconsciamente si rivive la gestualità neonato-mamma, confermando così la teoria della Kirshenbaum.

Comunque sia, baciarsi fa bene all’organismo perché attiva i muscoli dei quali abbiamo già parlato e aumenta il ritmo del battito cardiaco. In questo contesto il nostro corpo rilascia quelli che sono definiti gli ormoni del benessere come serotonina, ossitocina e dopamina che agiscono sui centri del piacere originando euforia.
Ma non solo se si pensa che nella nostra saliva vivono circa una sessantina di milioni di batteri, funghi e virus che mantengono attivo il sistema immunitario, agendo positivamente.

Baci famosi, tra cinema, arte e fotografia

Di baci la storia, l’arte e il cinema ne è piena: Lesbia e Catullo, Paolo e Francesca, il marinaio e l’infermiera in Times Square a New York alla fine della Seconda guerra mondiale, Clark Gable e Vivien Leigh in Via col vento, il bacio dipinto da Klimt e non solo.
Forse non tutti sanno che il bacio non ha lo stesso significato per tutti.
Ad esempio, per l’etnia kenyota dei Masai il bacio è inteso come un atto impuro; nel Celeste Impero della Cina è addirittura considerato antigienico e, conseguentemente, vietato; mentre in Giappone viene considerato maleducato scambiarsi baci se non in un ambiente privato.

immagini di due che si baciano

Robert Doisneau

Baci… da record

La giornata mondiale del bacio, conosciuta a livello planetario come International Kissing Day, è nata solo nel 1990 in Inghilterra ma che ha avuto sin dall’inizio, un enorme riscontro tanto da entrare nel Guinness World Records.
Questo gesto naturale è stato vivisezionato da storici, filosofi, sociologi, sessuologi che lo hanno classificato in differenti modi a cominciare dal bacio osculun – l’amichevole bacio dei latini – passando per il suavium – il più ardito bacio tra due amanti -, fino a giungere allo jus osculi – prova effettuata per sapere se una donna avesse bevuto del vino- e non solo.
Fu durante l’era medioevale che il bacio vide la sua grande diffusione e divenne sinonimo dell’amore inteso come sincero sentimento.

Ma il bacio è veramente l’apostrofo rosa tra la parola “t’amo”? Forse non la pensa in questo modo la coppia che detiene il Guinnes World Record del bacio più lungo, dal momento che le loro bocche si sono accoppiate per ben 58 ore e 35 minuti (per i pignoli delle statistiche ci sono anche altri 58 secondi da aggiungere!). Nel loro caso, l’obiettivo era quello di battere un precedente primato e ci sono riusciti pienamente.

Comunque sia è innegabile che quando si pensa al bacio, l’idea conduce diritta e rapida ad una situazione amorosa dove la passione vuole essere appagata proprio a partire da un bacio.
Per molte persone intervistate, il bacio incarna un vero sentimento di amore che può essere del tipo fraterno e amichevole (bacio sulle guancia o sulla fronte) o del tipo passionale (bacio sulla bocca con tanto di lingua che mulina dentro l’altrui cavità) e, in entrambi i casi, è tuttavia un sigillo di un qualsivoglia desiderio di dimostrare il proprio aspetto.

Oggi, giornata mondiale del bacio 2019: il nostro augurio

Giornata mondiale del bacio o meno, questo gesto che si spera sempre sia genuino e sincero, fa parte di quella gestualità che appartiene al genere umano e ci auguriamo possa essere simbolo di fratellanza, umanità e speranza.