Idee matrimonio

Ecco cosa sapere quando è il momento di scegliere le fedi nuziali

Nelle prossime righe abbiamo cercato di rispondere a tutte le domande principali che riguardano l’acquisto delle fedi nuziali. La scelta delle fedi può essere per molti un momento critico visto i tanti interrogativi che possono insorgere nei confronti di un gioiello che, si sa, dovremmo portare per sempre al nostro anulare sinistro. Togliamoci assieme qualche dubbio:

Chi sceglie le fedi nuziali? Lo sposo, la sposa o… entrambi?

Le fedi nuziali è buona norma sceglierle assieme, è importante che piacciano a entrambi i partner essendo un gioiello che, tradizionalmente, va indossato per tutta la vita – o almeno questo è l’augurio che facciamo a ogni coppia di sposi al momento del “sì”. A differenza dell’anello di fidanzamento, che spesso per la donna è una sorpresa al momento della richiesta, a scegliere le fedi dovrebbero essere i due componenti della coppia. 

Questo in linea teorica… perché accade molto spesso che a scegliere le fedi nuziali sia principalmente la futura sposa, di solito l’elemento della coppia più esperto di gioielli e più appassionato di accessori. 

L’importante è sapere che le fedi nuziali dovrebbero essere identiche sia per lo sposo che per la sposa, della stessa forma e dello stesso colore (chi non ama girare tra le gioiellerie può affidarsi alla vendita online fedi Unoaerre a prezzi scontati). 

Chi deve comprare le fedi nuziali?

Non c’è una linea comune in tutta Italia, da zona a zona le tradizioni sono leggermente differenti. È opinione condivisa che le fedi nuziali vengano acquistate dallo sposo, ma – soprattutto nelle coppie più giovani – è considerata una spesa da affrontare assieme. Alcuni pensano che l’acquisto delle fedi debba essere a carico dei testimoni, ma non è così tradizionalmente, fanno eccezioni solo alcune correnti di pensiero. 

Può capitare anche che siano i genitori degli sposi a comprare le fedi, ma questo fa parte – come per i testimoni – delle abitudini specifiche delle famiglie di provenienza. Per molti genitori regalare le fedi è un modo simbolico di dare la propria benedizione al matrimonio. 

Quanto costano le fedi nuziali?

La domanda è legittima, ma ci sono tantissime variabili che possono influire sul prezzo delle fedi. Il materiale e la presenza di eventuali pietre è quello che può far lievitare il costo, ma anche il tipo di lavorazione può fare la differenza assieme alla grandezza (intesa soprattutto come spessore). Per fornire un parametro medio, una coppia di fedi nuziali in oro ha un costo che oscilla tra i 350 e gli 800 Euro (per il paio).

Gioiellerie prestigiose potrebbero far pagare anche il “brand” e la fama dell’orafo oltre al costo del gioiello quindi sta alla coppia decidere se sia meglio affidarsi al proprio gioielliere di fiducia o se comprare tramite una gioielleria online. Per esperienza diretta, io e mio marito abbiamo scelto come fede nuziale una coppia di fedi irlandesi, i classici claddagh, e abbiamo preferito l’acquisto online, arrivato con corriere assicurato senza nessun intoppo e a un costo vantaggioso.

Quando vanno comprate le fedi nuziali?

Per stare tranquilli, meglio organizzarsi qualche mese prima del grande giorno del matrimonio. Questo perché potrebbe essere necessario dedicare del tempo alla scelta del modello preferito e in alcuni casi è utile qualche “ritocco” finale se per esempio gradite un’incisione o nell’eventualità in cui le fedi siano da allargare o stringere leggermente. 

La tradizione ci indica che l’incisione all’interno della fede dovrebbe riportare i nomi dei compagni e la data del matrimonio, ma anche in questo caso ci sono tante coppie che preferiscono inserire i loro soprannomi o una frase d’amore significativa.

Il modello: fedi in oro, altri materiali, classiche o tradizionali?

Se fino a qualche decennio fa l’usanza imponeva soprattutto la scelta classica dell’oro giallo, nel 2021 le varianti diffuse sono tante: oro bianco, oro rosa e in alcuni casi anche il platino (il costo di un anello in platino è spesso sui 2000 Euro!). Unico consiglio? Meglio evitare l’argento perché nel tempo si potrebbe ossidare. Se il budget per le fedi è limitato si può scegliere per una fede laccata d’oro, in modo che – anche se meno preziosa – sia comunque durevole nel tempo e possa essere facilmente riportata alla bellezza iniziale. Anche lo spessore della fede è una scelta puramente estetica e di gusto personale. In linea generale le più scelte sono dai 3 ai 4 mm

Infine, per quanto riguarda le pietre incastonate, ci si può davvero sbizzarrire tra diamanti, pietre colorate, intrecci. Attenzione però: il “troppo” rischia di stancare nel tempo e un anello eccessivamente particolare o legato alla moda del momento rischia di diventare “vecchio” e non piacervi più. Mai come in questo caso vale il motto… il classico non si batte!